Grillo denuncia: infiltrati sul blog pagati dai media per iscrivere contro di noi

 

 

 

RIDIAMO DIGNITA’, ONESTA’, ETICA AL PARLAMENTO

ITALIANO.. AMICI ONLINE FIRMATE LA PETIZIONE PER

RINNOVARE I PARTITI E I SINDACATI..

 Leggete l'articolo, ne vale la pena! http://www.ilgiornale.it/news/interni/lancella-bersani-carriera-coi-soldi-pubblici-895694.html

Foto

 

  

 

PER VEDERE ED EVENTUALMENTE PERFIRMARE LA PETIZIONE DIGITA QUI-  PETIZIONE AL PARLAMENTO ITALIANO 

 

 

 

 

Grillo denuncia: infiltrati sul blog pagati 

dai media per iscrivere contro di noi 

E di Grasso e Boldrini scrive: «Moderna manifestazione di partitocrazia. Scelti da Bersani, l’antidemocratico è lui»

 

Il post di Grillo sui mediaIl post di Grillo sui media

«Da mesi orde di trolls, di fake, di multinick scrivono con regolarità dai due ai tremila commenti al giorno sul blog. Qualcuno evidentemente li paga per spammare dalla mattina alla sera. Questi schizzi di merda digitali si possono suddividere in alcune grandi categorie». Beppe Grillo, dal suo blog, denuncia le infiltrazioni sul suo sito e attacca «i telegiornali e i talk show» che «colgono fior da fiore, con lerci e studiati “copia e incolla” per spiegare che Grillo è un eversivo, che il MoVimento 5 Stelle è spaccato».

 

«INFILTRATI» – Le categorie degli «infiltrati» sul suo blog, secondo Grillo sono così suddivise: «Quella degli “‘appellanti” per la governabilità per il bene del Paese, del ‘”votaBersani, votaBersani”, o del “votaGrasso, votaGrasso” (l’unico procuratore antimafia estimatore di Berlusconi)». Quella dei «divisori», «venuti per separare ciò che per loro è oscenamente unito, che chiedono a Grillo di mollare Casaleggio, al M5S di mollare Grillo e a tutti gli elettori del M5S di mollare il M5S per passare al sol dell’avvenire delle notti polari del pdmenoelle». Arrivano, di solito nel tardo pomeriggio, continua il leader M5S, «i cosiddetti ex, “Grillo ti ho votato ma dopo che sei passato con il rosso con sprezzo delle istituzioni non ti voto più”». A questi si aggiungono, racconta ancora Grillo, quelli che, sempre della categoria «divisori», scrivono «”Beppe, ti ho seguito dal primo Vday, ma il tuo autista, si legge in giro, è un narcotrafficante. Addio al mio voto». Gli «ex» si presentano anche con tutta la famiglia e persino con gli amici: «”Grillo, siamo un gruppo di tuoi estimatori, io, mia moglie, le nostre due figlie e i loro fidanzati. Non ci rispecchiamo più nel tuo comportamento antidemocratico. Il voto la prossima volta lo daremo al pdmenoelle che è più serio”».

«ACCUSATORI» e «CRITICI DI GIORNATA» – Non mancano – aggiunge il comico genovese – gli “accusatori” che si attaccano alle fortune «che io e Casaleggio staremmo accumulando alle spalle del M5S. Ci sono poi i «critici di giornata». Arrivano «in massa come le locuste». Qualunque cosa Grillo abbia detto o fatto viene «ferocemente attaccata, spesso con lunghe e articolate argomentazioni di 2.000 caratteri». Vero obiettivo della filippica domenicale di Beppe Grillo sono comunque i media. «Da questa brodaglia i telegiornali e i talk show colgono fior da fiore, con lerci e studiati “copia e incolla” per spiegare che Grillo è un eversivo, che il MoVimento 5 Stelle è spaccato». E conclude: «Dato che nel blog chiunque può commentare questo non vuol dire nulla. Prima vomitano i commenti sul blog e poi li rivomitano nelle televisioni».

SECONDO ATTACCO – Gia nella mattinata era partito un primo attacco di Beppe Grillo. Obiettivo dei suoi strali i presidenti delle Camere. Sempre con un post sul suo blog, il leader 5 Stelle dice che Laura Boldrini e Piero Grasso sono «la più moderna manifestazione della partitocrazia». Grillo sostiene che i due presidenti non sono stati «democraticamente scelti» con votazioni nei loro gruppi, ma nominati da Bersani. Laura Boldrini e Piero Grasso – si legge – sono celebrati dai giornaloni e dai partiti come le effigi del cambiamento, il segno del rinnovamento, l’espressione della società civile (dando così implicitamente per scontato la società civile non sia mai stata rappresentata). In realtà sono la più moderna manifestazione della partitocrazia. Foglie di fico: brave persone accuratamente selezionate per coprire personaggi che sanno benissimo di essere impresentabili, ma che in questo modo continuano a sopravvivere». «Né la Boldrini né Grasso hanno partecipato alle Buffonarie del pdmenoelle, ma sono stati nominati e inseriti nelle liste direttamente dai rispettivi capi Vendola e Bersani. Né la Boldrini né Grasso sono stati democraticamente scelti per il loro attuale ruolo istituzionale attraverso votazione del gruppo parlamentare di appartenenza, come avvenuto per i candidati presidenti del M5S, ma ri-nominati da Bersani», sottolinea.

 

L'attacco a Grasso e BoldriniL’attacco a Grasso e Boldrini

LA RISPOSTA DEL PD: SCELTI DAGLI ELETTI – Poco dopo è arrivata la risposta del Partito democratico : «In un momento come quello attuale, così difficile per l’Italia, le continue offese di Grillo, anche alle più alte cariche dello Stato, dimostrano uno scarso rispetto per il Paese». Lo afferma Davide Zoggia, deputato del Pd, che aggiunge: «Laura Boldrini e Piero Grasso sono stati scelti liberamente dal Parlamento eletto dagli italiani. Grillo, dall’alto del suo suv con i vetri oscurati, che infrange tutte le regole senza nemmeno chiedere scusa, è evidente che ha una concezione della democrazia totalitaria: quello che lo mette in difficoltà o che personalmente non lo soddisfa, non va bene», conclude Zoggia.

 

Redazione Online

 

Schizzi di merda digitali

 

 

 

 

lies_and_liars.jpg

 

 

 

rappresentazione grafica di Ben Heine

 

Da mesi orde di trolls, di fake, di multinick scrivono con regolarità dai due ai tremila commenti al giorno sul blog. Qualcuno evidentemente li paga per spammare dalla mattina alla sera. Questi schizzi di merda digitali si possono suddividere in alcune grandi categorie. Quella degli “appellanti” per la governabilità per il bene del Paese, del “votaBersani, votaBersani“, o del “votaGrasso, votaGrasso” (l’unico procuratore antimafia estimatore di Berlusconi). Quella dei “divisori“, venuti per separare ciò che per loro è oscenamente unito, che chiedono a Grillo di mollare Casaleggio, al M5S di mollare Grillo e a tutti gli elettori del M5S di mollare il M5S per passare al sol dell’avvenire delle notti polari del pdmenoelle. Quindi arrivano, di solito nel tardo pomeriggio, i cosiddetti “ex“, “Grillo ti ho votato ma dopo che sei passato con il rosso con sprezzo delle istituzioni non ti voto più“, oppure “Beppe, ti ho seguito dal primo Vday, ma il tuo autista, si legge in giro, è un narcotrafficante. Addio al mio voto“. Gli “ex” si presentano anche con tutta la famiglia e persino con gli amici “Grillo, siamo un un gruppo di tuoi estimatori, io, mia moglie, le nostre due figlie e i loro fidanzati. Non ci rispecchiamo più nel tuo comportamento antidemocratico. Il voto la prossima volta lo daremo al pdmenoelle che è più serio“. Non mancano gli “accusatori” che si attaccano alle fortune che io e Casaleggio staremmo accumulando alle spalle del M5S “Chi prende i soldi del gruppo di comunicazione? Eh? Chi li prende? Trasparenza! Chiediamo trasparenza. Siete peggio di Berlusconi. E pensare che avevo convinto mio padre a darvi il voto, mai più“. “Lo fate per gli ads e per gli ebook, a voi non ve ne frega un cazzo della democrazia“. Ci sono poi i “critici di giornata” che arrivano in massa come le locuste. Qualunque cosa tu abbia appena detto o fatto viene ferocemente attaccata, spesso con lunghe e articolate argomentazioni di 2.000 caratteri. Da questa brodaglia i telegiornali e i talk showcolgono fior da fiore, con lerci e studiati “copia e incolla” per spiegare che Grillo è un eversivo, che il MoVimento 5 Stelle è spaccato. Di solito partono così “Il MoVimento 5 Stelle si divide sulla linea Grillo, ecco i commenti dal blog“. Dato che nel blog chiunque può commentare questo non vuol dire nulla. Prima vomitano i commenti sul blog e poi li rivomitano nelle televisioni.

 

EDITORIALE

 

DI Gabriele Cervi

 

 IL TALLONE DI ACHILLE DI BEPPE GRILLO

 

 

 

Non è da oggi che seguo il movimento di Beppe Grillo, in passato anche recente ho seguito, studiato ed osservato tutti gli altri partiti o movimenti.

 

 Premetto, che mi sono illuso per quanto riguardava il movimento dell’ipocrita Di Pietro, della Lega dei primi tempi,meravigliato dal movimento di Ingoia, dal rottamatore Renzi ecc.

 

Ho sempre cercato in questi personaggi, il bene comune, la voglia di onestà, ma soprattutto cercavo la loro purezza. Tutti  alla fine con i loro mandati e gesti tradito i veri ideali… e mi hanno portato sconforto e solitudine. Ora è giunto il tempo di Grillo e dei Grillino.. Ma come ora ci sono tanti soggetti  da studiare in questo movimento.. mai come ora c’è la possibilità anche di sbagliare o di illudersi…

 

La cosa certa è che il movimento cinque stelle sta portando una ventata di novità in un panorama politico ormai obsoleto e sempre più ipocrita. Il PD con l’oligarca Bersani sta dimostrando di non voler rinnovare il dinosauro PD… dando sempre più spazio ai vari : D’Alema, Finocchiari, Bindi,ecc e usando una tantum Renzi.. La lega ora si lecca le ferite concentrandosi sulla  Lombarda unica roccaforte rimasta.. Il PDL è Berlusconi e rappresenta la parte del nostro paese individualista e pieno di interessi rivolti certamente non al bene comune. Ingoia ha sbagliato ad allearsi con Di Pietro, il Sel è un partito conservatore pari alla vecchia DC, Monti ha fatto il lavoro sporco su commissione da parte del PD e del PDL.. Ritornando a Grillo dovrebbe essere meno volgare perché la volgarità in politica non ha ma portato consensi vedasi la Lega ecc. Una cosa è certa che Grillo sta portando una primavera in politica.. spero solo che sia duratura e che non sia come è già capitato in passato una meteora… il paese ha bisogno di verità, di onestà per poter crescere.. Di mummie in politica ne abbiano già troppe.. ora i tempi sono maturi per dare spazio ai giovani .. questa opportunità è unica e non si ripeterà.. cercate di non sciuparla….

 

Gabriele Cervi

 

 

 

Grillo denuncia: infiltrati sul blog pagati dai media per iscrivere contro di noiultima modifica: 2013-03-24T20:46:00+00:00da mobbing21
Reposta per primo quest’articolo